Come verificare i progetti depositati in Comune con un Accesso agli Atti ed evitare i problemi

Ott 31, 2017 | Articoli Fondamentali, VenditaSicura

Riccardo Grigoli - Architetto

Contatta via email

Specializzato in Due Diligence immobiliari ed amministrative, abusi edilizi e sanatorie di immobili

Prima di verificare la presenza di eventuali difformità devi essere sicuro che i progetti in tuo possesso siano realmente gli ultimi depositati presso il Comune.

Capita molto spesso che negli immobili, anche molto recenti, siano presenti differenze dovute a varianti in corso d’opera o modifiche interne mai dichiarate.

Perché sono presenti queste differenze nei progetti?

1- Queste differenze sono dovute al fatto che in passato non era inusuale provvedere direttamente alle ‘piccole’ modifiche senza richiedere un permesso edilizio: pareti spostate, porte e finestre allargate, aggiunta di garage o locali addossati all’abitazione.

2- Nella maggior parte dei nostri interventi, per esempio, il  Tecnico (Geometra, Architetto ecc) che eseguiva i lavori aveva provveduto a dichiarare le modifiche solamente al Catasto, senza provvedere correttamente presso il Comune.

Quale documento conta legalmente durante una compravendita?

E come spieghiamo nell’articolo sulla conformità Urbanistica e Catastale, il documento che fa fede legalmente è quello depositato presso il Comune.

Quindi probabilmente saranno presenti delle tramezze/periane in posti differenti o magari dichiarate e attualmente demolite: capita spesso ad esempio nei casi in cui si è proceduto a trasformare la vecchia cucina ed il vecchio salotto, in un unico ambiente soggiorno-living dai grandi spazi.

A volte capita che le destinazioni d’uso delle stanze dichiarate siano completamente differenti da quelle attuali (es bagni, camere ecc). 

Prima di una vendita reputiamo fondamentale verificare i documenti per prevenire qualsiasi problema o ritardo. 

Come posso controllare i documenti?

Per fare ciò è necessario recuperare tutti i documenti del tuo immobile direttamente oppure affidarsi ad un tecnico competente che compia a nome vostro tutte le indagini.

La corretta procedura che devi eseguire per ottenere l’ultimo progetto valido depositato è la seguente: 

1 – Recarti presso l’Ufficio Tecnico del tuo Comune (sportello edilizia privata);

2 – Richiedere i moduli da compilare per ottenere i documenti che hai interesse di visionare (puoi chiedere aiuto al tecnico comunale essendo complicati per un non addetto ai lavori);

3 – Pagare degli oneri di segreteria;

4 – Attendere in media 20-30gg (a seconda del Comune e della disponibilità dello staff tecnico);

5 – Tornare a visionare i progetti e decidere di quali richiederne una copia (a pagamento);

NB: ricordati di segnarti tutti i dati dei progetti depositati perché dovrai comunicarli al Notaio per l’atto;

6 – A distanza di alcuni giorni (o immediatamente) potrai ritirare la copia dei tuoi progetti;

NB: consigliamo di richiedere anche una eventuale copia del Certificato di Agibilità-Abitabilità del tuo immobile

7 – Una volta ottenuto copia della Licenza/Permesso/Concessione edilizia e relativi progetti dovrai controllare accuratamente se c’è corrispondenza tra il progetto approvato e situazione reale del tuo immobile. 

Se il controllo sarà positivo allora potrai procedere velocemente con la tua compravendita!

In caso riscontrassi delle differenze ti consigliamo di chiedere al tuo tecnico di fiducia un sopralluogo per avere una opinione professionale sul problema ed e le possibili soluzioni per risolverlo nel più breve tempo possibile.

>> L'articolo e le informazioni in esso riportate, data la complessità tecniche e legali affrontate, possono non essere esaurienti e soprattutto non sostituiscono una consulenza professionale da parte di un professionista specializzato.

Se desideri avere una risposta specifica sul tuo caso puoi richiedere una consulenza personale cliccando qua.